Alla Villa del Tellaro i turisti provano i cibi degli antichi romani

L’esperienza di ricerca e degustazione dei cibi dell’antica Roma, iniziata tre anni fa in via del tutto sperimentale alla Villa Romana del Tellaro di Noto, è sbarcata con successo anche all’Expo di Milano.

“Grazie ad una ricerca durata due anni – spiega Sebastiano Adernò presidente dell’Associazione Escursioni Iblee – siamo riusciti a recuperare ricette, ma soprattutto le erbe usate nell’Antica Roma. Con il De re coquinarie di Marco Gavio Apicio abbiamo avuto accesso al mondo delle ricette legate al periodo in cui si colloca la Villa ed i suoi mosaici. L’operazione complicata è stata reperire ciò con cui si condivano i piatti e si realizzavano determinate pietanze. Così abbiamo deciso di coltivarle da noi. L’orto oggi è ricchissimo di erbe diverse, soltanto avvicinandosi si viene avvolti da profumi noti ed altri meno. Anche per il grano siamo partiti da zero; all’inizio lo portavamo in un mulino di Rosolini; ora, invece, oltre che coltivarlo lo maciniamo da noi. Ecco perché possiamo proporre dall’acqua allo zenzero al vino al pepe nero e miele, dalle polpette di orzo alla patina o al libum di Catone, dalla bruschetta Epityrum a quella Moretum, per finire alla cassata di Oplontis”.

E’ possibile sperimentare il pranzo o l’aperitivo romano tutti i giorni anche per piccoli gruppi su prenotazione, 338/9733084 villa@villaromanadeltellaro.com


Un viaggio in Sicilia significa Scoprire i suoi profumi, i sapori e le tradizioni.

Il nostro menù è una selezione delle eccellenze del territorio e la speciale tradizione della “pasta na Maidda” simbolo di un legame solido fra i commensali…


I Mosaici romani del Tellaro sono un vivace ricordo della Sicilia romana a cui associare l’esperienza della Degustazione Piatti dell’antica Roma, un’accurata selezione condotta dal Centro di Archeologia Sperimentale tra i ricettari romani con la produzione propria di erbe aromatiche e grani antichi

Con il “De re coquinarie” di Marco Gavio Apicio si accede al mondo delle ricette legate al periodo in cui si colloca la Villa ed i suoi mosaici , l’operazione complicata è stata reperire ciò con cui si condivano i piatti e si realizzavano determinate pietanze. Così abbiamo deciso di coltivarle da noi”. L’orto oggi è ricchissimo di erbe diverse, soltanto avvicinandosi si viene avvolti da profumi noti ed altri meno. “Anche per il grano siamo partiti da zero; all’inizio lo portavamo in un mulino di Rosolini; ora, invece, oltre coltivarlo lo maciniamo da noi. Ecco perchè possiamo proporre dall’acqua allo zenzero al vino al pepe nero e miele, dalle polpette di orzo alla patina o al libum di Catone, dalla bruschetta Epityrum a quella Moretum, per finire alla cassata di Oplontis”.


Ristorante per gruppi e studenti

Ampia area attrezzata al coperto munita di parcheggio, servizi igienici, bar con 300 posti a sedere che offre la possibilità di consumare il proprio pasto in assoluta tranquillità immersi tra mandorli e limoni, ammirando uno dei paesaggi più belli dell’agro Netino.

Ristorante per gruppi e studenti con menu a prezzi vantaggiosi.

– Ristorante per gruppi e studenti con menu a prezzi vantaggiosi
– Snack bar: Bibite, panini, book shop, souvenir
– Area pic-nik dove è possibile consumare il proprio pranzo a sacco
– Wifi zone

Share Button